È la storia del grande matematico e filo­sofo di Samo vissuto fra ilVI e il V seco­ lo avanti Cristo. riferita all’ultimo periodo della sua vita in Magna Grecia fra Croto­ne, Sibari e Metaponto.

A causa di un contrasto con Chilone, in­fluente uomo politico crotonese, Pitagora, accompagnato da sua moglie Teano e da sua figlia Damo, sposta la scuola, da lui fondata a Crotone, a Metaponto, dove di­vulga il suo sapere fra numerosi discepoli di ambo i sessi, fra cui Liside, Archippo, Filolao, Tirsenis, Tymicha e lppaso.
Quest’ultimo dimostra ben presto notevoli capacità in Matematica e in Filosofia, che lo porteranno fatalmente allo scontro col maestro e alla sua conseguente rovina.

Per via delle scarsissime fonti storiche a noi pervenute, soprattutto per quanto ri­guarda lppaso, e alla luce del concetto di Aristotele che, nella Poetica, poneva l’ac­cento sulla diversità del lavoro dello storico da quello del drammaturgo. ho ritenu­to di mettere a fuoco il pensiero e l’opera del grande filosofo e matematico di Samo e di fare del “nostro” lppaso un simbolo della fiducia nel progresso dell’uomo e di una scienza libera da coercizioni e impedimenti. (Antonio Montemurro)

Lo spettacolo si terrà:

MATERA
Teatro Gerardo Guerrieri P.zza Vittorio Veneto

22 e 23 ottobre 20:30

Per informazioni: 331 7995953

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *