L’idea di istituire una scuola di teatro è nata nel Maggio del 1993, quando preparavo i ragazzi del Liceo Scientifico “Dante Alighieri” di Matera, per rappresentare “La vita di Galilei” di Bertold Brecht.
Lavorare sul palcoscenico mi rivelò aspetti e caratteristiche della personalità dei miei alunni, che in aula mi sarebbero rimasti certamente sconosciuti. Capii, quindi, come “fare teatro” possa rappresentare un vero e proprio specchio dell’anima di una persona.

La “cosa” si è poi mostrata molto interessante anche con allievi adulti. Ho potuto così toccare con mano come l’applicazione del metodo di Stanislavsky, trovi più agevole attuazione con chi, avendo alle spalle un vissuto più “importante”, può esprimere meglio quelle motivazioni forti e genuine, che, secondo il teorico russo, rappresentano la caratteristica fondamentale dell’attore.
I corsi di teatro sono due: per adulti e per ragazzi.
Comprendono lezioni di recitazione, dizione, movimento e gestualità, elementi di storia del teatro, visione e commento critico di opere teatrali scelte, allestimento di uno spettacolo teatrale e saggio finale.

Le lezioni pratiche si alternano e talvolta si “mescolano” alle teoriche, allo scopo di collegare meglio quello che si impara con quello “che si fa”. Tutto avviene in una atmosfera serena e giocosa. Infatti fare teatro per noi deve rappresentare un vero e proprio divertimento, ovvero quel momento della giornata, in cui ciascuno dedica finalmente un po’ del suo tempo a se stesso.